3 luglio 2017

Shadowhunters Book Tag

Buongiorno a tutti e buon lunedì! Eccoci tornate (e tremendamente in ritardo) con un nuovo book tag.
Questa domenica doveva essere il turno di -B, ma la signorina è partita per il campeggio e in mezzo al nulla non è riuscita a preparare il suo tag, per cui vi tocca sorbirvi me (-V), con un bellissimo tag dedicato ad una delle mie serie preferite: Shadowhunters


29 giugno 2017

P.S. I LIKE YOU, Kasie West

Hola bookish people! Come ve la passate in questa settimana di fine Giugno? -B ha finito gli esami e, da qui in poi, si godrà l'estate. Sta per partire per il campeggio per fare l'educatrice a tanti piccoli pampini! Mentre -G e -V si destreggiano ancora tra studio e lavoro.
In questo caldo giovedì estivo, -B vi parlerà di un libro uscito proprio oggi 29 Giugno - quindi fresco fresco - edito da Newton Compton: P.S. I like you di Kasie West.

TITOLO: P.S. I like you
AUTORE: Kasie West
CASA EDITRICE: Newton Compton
PREZZO: 9,90 euro
LETTO IN: Inglese

TRAMA: Il sogno di Lily è comporre canzoni. Scrive versi ovunque le capiti. Anche durante le lezioni che proprio non riesce a digerire, per esempio quelle di chimica. Almeno fino al giorno in cui, richiamata per la sua disattenzione, dal suo banco sparisce qualsiasi oggetto possa distrarla: tranne un foglio per prendere appunti. Ma la sua passione è più forte di tutto. E così Lily inizia ad appuntare versi sul banco, sperando che nessuno se ne accorga. Qualcuno però la scopre. Qualcuno che legge quel che lei scrive e aggiunge parole alle sue, sul banco. A ogni lezione di chimica. Tre volte a settimana. Quella che nasce tra Lily e il suo misterioso interlocutore è una vera e propria corrispondenza, che la entusiasma, le dà energia e la spinge a trasformare quelle frasi in testi di vere e proprie canzoni.

RECENSIONE:

Non è un segreto che io adori Kasie West. Scrive YA super cute, divertenti e dolcissimi. La Newton Compton questa settimana ha portato in Italia il penultimo romanzo dell’autrice: P.S. I like you. È forse il romanzo che mi è piaciuto un po’ meno degli altri ma, nonostante questo, è estremamente carino e romantico e l’ho apprezzato molto.

Ho cancellato l’ultima frase della trama fornita dalla Newton Compton perché svela chi è il corrispondente misterioso di Lily e, sinceramente, anche se non è stata una grande sorpresa è comunque una scoperta che avviene a più di metà libro. Non capisco la gente che crea le trame, sempre a spoilerare senza ritegno bah.

Comunque, Lily è una ragazza del liceo, ha una migliore amica, un sogno, una cotta e un acerrimo nemico. La nostra protagonista sogna di scrivere canzoni e, quando scopre che una delle scuole migliori di musica del paese, ha indetto un concorso che premia la migliore canzone, decide di partecipare. Il premio è di 5000 dollari e tre settimane di lezione nella scuola dei sogni di Lily. Il problema è che non è mai riuscita a finire una canzone e il peggio è che casa sua è un macello, con 3 fratelli non si riesce neanche a pensare, figuratevi comporre! In più, il professore di chimica l’ha beccata a scrivere e ora le permette di tenere sul banco un solo foglio ma quella era l’unica lezione in cui riusciva a spegnere il cervello e comporre qualcosa. Quando inizia a scrivere sul banco le prime righe della strofa di una canzone di un gruppo sconosciuto, tanto per togliersele dalla testa, non si aspetta che il giorno dopo sia completata e sicuramente non si aspetta di iniziare una corrispondenza con uno sconosciuto. Per la prima volta trova qualcuno che ama le sue stesse cose e per la prima volta non vede l’ora di arrivare alla lezione di chimica. Ma, chi sarà mai il suo misterioso corrispondente?


Lily è una ragazza alternativa, imbranata a parlare con i ragazzi ma non ha problemi a dirne quattro a Cade, l’ex fidanzato della sua migliore amica che la odia senza motivo. Vive in una casa piena di fratelli più giovani e una sorella maggiore, quindi, potrete immaginare il caos e le poche attenzioni. Nonostante questo la famiglia di Lily è bellissima, con pochi soldi ma molto amore. Ho un po’ da ridire sul personaggio della migliore amica di Lily che è un po’ una macchietta, non è perfettamente a tutto tondo e sembra un po’ di contorno. Negli altri libri ho apprezzato di più il rapporto tra le protagoniste e i loro amici. Ma ora parliamo di Cade, l’acerrimo nemico di Lily. Cade è il tipico sbruffone, un po’ bullo con il suo codazzo di oche (e ochi) starnazzanti che gli girano intorno. Almeno così è come lo vediamo attraverso gli occhi di Lily che lo odia di brutto e per un po’ non capiamo cosa ci abbia trovato (e ci trovi ancora) la sua migliore amica ma quando Cade inizia ad essere più presente nel libro iniziamo anche a vederlo sotto una luce diversa (ma per la maggior parte del tempo rimane un grande stronzo). Intorno a questi tre personaggi ne girano altri come Lucas, l’alternativa cotta di Lily che sembra il tipico ragazzo tormentato ma super cute che, dopo anni di mutismo, Lily riesce finalmente a chiedere di uscire. Poi c’è la grande famiglia di Lily, i suoi adorabili fratellini minori a cui lei non riesce mai a dire di no, sua sorella maggiore Ashley e i suoi pazzi genitori. Ah, e ovviamente c’è il corrispondente misterioso!

Tutto sommato, il libro mi è piaciuto. Non l’avevo ancora letto perché all’inizio la trama non mi ispirava un sacco, ma visto che usciva in Italia l’ho preso in mano e mi sono ricreduta. Non è il mio preferito della West ma è romantico e dolce. Senza contare che adoravo alcuni battibecchi divertenti tra Lily e Cade (altri erano suuuuper cattivi). Anche leggere i messaggi tra Lily e il suo corrispondente misterioso non è stato affatto noioso e, anche se ci si poteva immaginare chi fosse e non sono rimasta granché sorpresa, la scoperta è avvenuta sulla metà inoltrata quindi c’era anche un po’ di suspense.


APPROVED FOR: un pomeriggio primaverile tranquillo, quando si ha bisogno di dolcezza e di una lettura rilassante o una bella giornata da passare in spiaggia.


L'avete già letto? Oppure vi ispira?


28 giugno 2017

Pagina 69 #4

Buongiorno a tutti cari lettori! Come state passando la vita? Esami, lavoro? Ma perchè stiamo parlando di cose tristi!! Piuttosto, che libri avete letto ultimamente? Avete allungato la wish list? ^^ Oggi torna la un tempo perduta Pagina 69, in cui postiamo un estratto della pagina, appunto, numero 69 di autori emergenti *^* 
Vi auguriamo allora una buona lettura!



~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~


27 giugno 2017

Top Nine Tuesday #56

Buonasera a tutti, scusateci l'ora tarda ma come sempre siamo super impegnate tra università e lavoro, ma eccoci di nuovo qua con una nuova Top9 Tuesday, sempre ideata dal blog The Broke and The Bookish.



Migliori libri del 2017 per il momento 

25 giugno 2017

Ingredienti libreschi Book Tag

Buona domenica bella gente! Qui è -G che parla, come va la vita? Io sono disperata se vi interessa, ho due esami da preparare in 10 giorni (o meglio 10 mezze giornate...) e non so bene come sarà possibile... Oh well, in fondo è solo la SESSIONE ESTIVA, che sarà mai?! Piango.
Come ogni settimana, vi portiamo un bel BOOK TAG! Sinceramente, non ricordo se abbiamo già fatto questo o meno, ma i libri cambiano sempre quindi... Spero apprezzerete! :* Se non l'avete fatto, ricordatevi che siete tutti taggati! Eccovi: Ingredienti Libreschi BOOK TAG! A presto ^^

23 giugno 2017

Festival del Fumetto 2017

Buongiorno a tutti, qui è V che è tornata a tormentarvi! 
Oggi vorrei raccontarvi di una nuova passione che mi sta sconvolgendo un pò la vita: il cosplay, ma vorrei raccontarvela parlandovi dei due giorni passati in fiera il 20 e 21 maggio. 
La fiera in questione è il Festival del Fumetto - Spring Edition di Novegro

Per chi non sapesse di cosa sto parlando, una fiera del fumetto è un bellissimo ritrovo per appassionati di fumetti, videogiochi, anime, manga, collezionisti di action figures, FunkoPop, nerd, geek, cosplayer e persone normali che vogliono passare due giorni un po' diversi dal solito. 

A questo giro ho deciso di portare un personaggio di uno dei miei film preferiti: Judy Hopps da Zootropolis, insieme alla mia Parabatai che ha portato Gazelle e al suo moroso che ha fatto Nick Wilde



Questa volta ho preso la questione cosplay molto sul serio, per cui ho preso la parrucca, ho fatto il corpetto, le orecchie, la coda e ho stretto la maglietta. Abbiamo ordinato distintivo e registratore-carota su internet, e quando era ora di partire, la carota non era ancora in vista... 

Sabato 20, insieme ai miei compagni di avventura, siamo partiti alla volta di Novegro, un incidente in autostrada non ci ha fermato e quando finalmente siamo entrati ci siamo fiondati nei camerini per poi uscirne con lenti a contatto viola, un naso disegnato e due orecchie che prendevano anche Radio Montecarlo. 
Da subito le persone hanno iniziato a riconoscerci, se all'edizione di febbraio eravamo noi a correre incontro ai cosplayer a chiedere delle foto, questa volta un sacco di persone venivano da noi a chiedercele, e per me è stato davvero gratificante. 




La soddisfazione di vedere i bambini che ti corrono incontro urlando "SANGUE! SANGUE! SANGUE E MORTE" non ha prezzo, soprattutto quando il bambino in questione è vestito da mini-Capitan America e il padre da Spider-man.  (Ragazzi ho chiesto io la foto al bambino). 

Rispetto a Febbraio eravamo in tantissimi a fare cosplay di Zootropolis! 


Domenica 21, il nostro trio è diventato un... singolo (si, Judy è rimasta sola), ma con me c'era la fantastica Daphne di Scooby Doo.  

Entrambe risolviamo crimini, ma chi è la migliore?


Nonostante fosse domenica, non c'era moltissima gente, e si riusciva a girare. Rispetto a sabato c'erano molti più cosplayer comunque, perché EPICOS organizza sempre la gara. Dovevamo partecipare anche noi, ma qualcuno (vedi una certa volpe) ha deciso di partecipare ad un certo provino e mi ha abbandonata.  


E' stata davvero una bellissima esperienza. Ho incontrato tantissime persone, ho rivisto qualcuno incontrato in fiera a febbraio. Ho passato due giorni bellissimi, soprattutto grazie ai miei amici, che hanno sopportato le mie orecchie volanti, che ogni due secondi cadevano. 

Vi si vuole bene <3 
Mi avevano avvertita che il mondo del cosplay era un mondo particolare. Arrivi a fine giornata che sei stravolta, la testa ti fa male per la parrucca stretta, il caldo, le scarpe, i vestiti che si rovinano perché le persone non hanno cognizione, ma è davvero bellissimo! 

Quindi se siete interessati al mondo cosplay, cosa state aspettando? Stoffa, ago e filo e via a fare il costume! Se, invece, siete ormai in questo mondo da anni, palesatevi! 

Vorrei pubblicare un miliardo di foto, ma ne ho fatte davvero tantissime e questo post durerebbe in eterno.

Spero di avervi tenuto compagnia, ora scappo a preparare il prossimo cosplay! 

22 giugno 2017

THE FATE OF THE TEARLING, Erika Johansen

Buonasera amici lettori! Oggi postiamo una recensione a lungo rimandata di un libro di cui siamo ossessionate! O meglio, lo siamo state per tre anni della saga, in fondo The Queen of the Tearling è uno dei primi libri che abbiamo letto insieme, e commentato ovviamente, e di cui abbiamo continuato a formulare teorie - al bar dell'università invece di studiare... Chiaramente proviamo un senso di amarezza che questa super serie sia finita, ma è meglio che vi lasciamo alla recensione SPOILER FREE di -G e -B di The Fate of the Tearling, terzo libro della saga! (Ovviamente se non avete detto i primi due non leggete la recensione, prima correte a leggerli e poi ripassatee ^^).

Titolo: The Fate of the Tearling
Autore: Erika Johansen
Editore: Multiplayer Edizioni
Pagine: 448
Prezzo Cartaceo: 19,00 €
Volumi precedenti:

TRAMA

In meno di un anno Kelsea Glynn, dall’adolescente impacciata che era, è diventata una sovrana sicura di sé. Mentre maturava nel suo ruolo di regina del Tearling, questa leader testarda e lungimirante ha trasformato il regno intero. Nel suo tentativo di eliminare la corruzione e riportare la giustizia, si è fatta numerosi nemici tra i quali la terribile regina rossa, la sua rivale più feroce, che ha rivolto l’esercito contro il Tearling.
Per proteggere la sua gente da un’invasione devastante, Kelsea ha fatto l’impensabile: si è consegnata, con i suoi zaffiri magici, al nemico, facendosi sostituire sul trono da Mazza Chiodata, il fidato comandante della sua guardia personale, cui ha affidato il ruolo di reggente. Ma questi non ha intenzione di chiudere occhio finché, con l’aiuto dei suoi uomini, non sarà riuscito a salvare la regina, prigioniera nel Mortmesne.
Qui inizia l’emozionante capitolo finale, nel quale il destino della regina Kelsea e dell’intero Tearling saranno finalmente rivelati.

RECENSIONE

“Empathy. Carlin always said it was the great value of fiction, to put us inside the minds of strangers. Lazarus,”
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...